recensione rock revolution

Rock Revolution

Rock Revolution è una nuova produzione della Konami che cerca di conquistare il genere musicale per console, con un gioco composto da una Track List composta esclusivamente da Cover Musicali! La carriera può essere affrontata unicamente giocandoci da solo, scegliendo se utilizzare la Chitarra, il Basso o la Batteria, e per i primi 2 strumenti puoi utilizzare le periferiche di Guitar Hero o Rock Band, mentre per la Batteria devi affidarti al Kit sviluppato appositamente da konami per questo strumento.

Il fatto di dover tenere sotto controllo ben 7 pad differenti, ogniuno associato ad un colore specifico, rende Rock Revolution un gioco particolarmente complicato, e a questo si aggiunge la difficoltà oggettiva causata dalla scelta dell’interfaccia, che a differenza di quanto accade in Rock Band e Guitar hero, non si sviluppa in profondità ma semplicemente in cascata, dandoti quindi meno tempo per decidere le note in arrivo e agire di conseguenza…

Uno degli elementi molto divertenti di Rock Revolution però, riguarda la possibilità che hai di partecipare a sessioni di gioco virtualmente infinite, dove affronti una canzone dopo l’altra, mantenendo di volta in volta il punteggio e il contatore delle combo, per puntare a suonare alla perfezione ogni brano del gioco. Come con Guitar Hero World Tour, Rock Revolution inoltre include una modalità in cui puoi creare le tue tracce, in una modalità libera che ti consente di sperimentare tutto ciò che ti passa per la testa con uno strumento musicale di tua scelta!

Pubblicazione: Konami
Sviluppo: Zoë Mode, Savage Entertainment, HB Studios
Piattaforma: Ps3, Xbox 360, Nintendo Wii, Nintendo Ds
Modalità di Gioco: Giocatore singolo e Multiplayer
Uscita: 24 Aprile 2009
Genere: Musicale