recensione Guitar Hero World Tour

Guitar Hero World Tour

Guitar Hero World Tour è il più famoso gioco musicale degli ultimi anni, e per stare al passo coi tempi, ha aggiunto nuovi strumenti musicali, rendendo la figura del chitarrista, non più l’unica impersonabile nel gioco.

In Guitar Hero World Tour quindi puoi scatenarti utilizzando la batteria o il basso, ma anche esprimendo le tue doti canore con il microfono in mano e l’accompagnamento sonoro riprodotto dalla console o meglio da 4 tuoi amici, andando a formare una vera e propria band.

Il passaggio da 1 a 4 strumenti, non porta particolari cambiamenti nella giocabilità, anche se, a questo punto è data maggiore importanza al gioco di squadra e per ottenere buoni punteggi quindi, tutto il gruppo deve eseguire alla perfezione le note di ogni singolo strumento.

Se canti, devi mantenere l’intonazione e la durata delle note, se suoni la batteria invece hai a che fare con ben 6 comandi (5 piatti e 1 pedale), mentre se suoni il basso o la batteria, essenzialmente ti ritrovi con uno strumento più elaborato e modificato strutturalmente rispetto alle precedenti versioni, come per esempio, l’aggiunta di una seconda tastiera, sempre sul manico, che permette di ottenere nuovi e particolari effetti sonori.

Guitar Hero World Tour propone praticamente tutta la storia del Rock, con la possibilità di scaricare le canzoni online (no ps2), ideali per movimentare e animare una serata in compagnia. Da qui è facile capire il perchè dell’enorme successo che sta facendo Guitar Hero World Tour!

Pubblicazione: Activision
Sviluppo: Neversoft, Budcat Creations, Vicarious Visions
Piattaforma: Playstation 2, PlayStation 3, Xbox 360, Nintendo Wii
Uscita: 21 Novembre 2008
Genere: Musicale