recensione The King of Fighters 12

The King of Fighters 12

The King of Fighters 12 è una nuova creazione della SNK/Playmore, e, basato sulla grafica tradizionale 2d, arriva a sfidare i picchiaduro come Street Fighter e Tekken, e se purtroppo le differrenze e le migliorie da apportare a The King of Fighters 12 sono ancora tante, questo videogioco ti soddisferà alla grande se sei uno dei tanti che è cresciuto in una salagiochi, con questo genere di giochi. The King of Fighters 12 è un picchiaduro classico, e puoi scegliere tra 20 personaggi ridisegnati sulla base degli originali e parte della storia della serie.

I combattimenti in The King of Fighters 12, sono svolti a squadre da tre lottatori, e per vincere devi battere tutti gli avversari. Lo Stile dei personaggi è si in 2d, ma adotta una tecnica particolare di disegno e progettazione all’avanguardia, che consente di ottenere una grafica ad alta risoluzione, maggior nitidezza nelle immagini ed un’elevata qualità delle animazioni, che in The King of Fighters 12 sono state create partendo da movimenti basati su modelli 3d che poi sono stati converti “scrivendo semplicemente” in 2d, ed il risultato è strabiliante, anche se come ho già detto, c’è n’è di strada prima di arrivare ai livelli di Tekken e Street Fighters.

Pubblicazione: SNK Playmore
Sviluppo: SNK Playmore
Piattaforma: PlayStation 3, Xbox 360
Uscita: Aprile 2009
Genere: Picchiaduro