recensione Tekken 6 - Bloodline Rebellion

Tekken 6 – Bloodline Rebellion

Tekken 6 è già presente sul mercato giapponese da circa un’anno, ma ora la Namco Bandai ha deciso di lanciarne una nuova versione aggiornata, chiamata “Tekken 6 – Bloodline Rebellion” che verrà convertita poi per le console Playstation 3 e Xbox 360.

In Tekken 6 – Bloodline Rebellion saranno presenti 40 lottatori, tra cui i soliti onnipresenti Hwoarang, King e Jin Kazama, ma se ne aggiungeranno degli altri inediti, più precisamente altri 6 nuovi personaggi.

Ci sarà Alisa, una Cyborg lottatrice, poi Lars ( lo vedi sulla foto sopra ), un’altro parente della famiglia Mishima, e altri 4 che comunque sono già stati presentati in Tekken 6, come Bob, un poliziotto extralarge, Zafina, una bella e spietata assassina, Leo, una ragazza travestita da uomo e Miguel Caballero Rojo, un torero spagnolo.

In questo Tekken 6 – Bloodline Rebellion, molti dei personaggi potranno utilizzare varie armi, come un lanciamissili per esempio, ma solamente in determinati momenti dello scontro…

A tutti i personaggi è stata aggiunta un combo che sarà possibile utilizzare solamente quando la barra della vita sarà al minimo, e con la quale sarà possibile anche ribaltare il risultato finale del match.

Sono state apportate altre piccole modifiche che nel complesso, rendono Tekken 6 – Bloodline Rebellion, un videogioco di lotta molto innovativo, con la strutturazione degli scenari in più livelli, e, ricchi di nuovi elementi interattivi, come per esempio gli animali che attraverseranno liberaemente lo spazio intorno al tuo personaggio.

Produzione: Namco Bandai
Sviluppo: Namco Bandai
Piattaforma: Playstation 3, Xbox 360
Uscita: Ottobre 2009
Genere: Picchiaduro