recensione Prince of Persia

Prince of Persia

La saga di Prince of Persia continua con il primo episodio della terza serie, Prince of Persia 2008. Dopo la trilogia classica dai titoli “Prince of Persia – The Shadow and the Flame – 3D” e la trilogia delle sabbie del tempo “Le sabbie del tempo – Spirito guerriero – I due troni”, Prince of Persia ritorna, e vede il confronto tra bene e male e tra luce ed oscurità.

Il nuovo Prince of Persia, si stacca totalmente dalle precedenti serie e propone Ahriman “protagonista” non più come un principe, ma come un vagabondo, un vagabondo di classe visti i mantelli pregiati che l’eroe indossa sempre. In questa nuova avventura di Prince of Persia, non sei più solo ad affrontare tutti i tuoi nemici, ma sei affiancato da una bellissima ragazza di nome Elika, principessa del regno in cui ti trovi, che ti assiste e ti segue come un’ombra impedendoti di morire, e solo lei sarà in grado di compiere determinate azioni, come riportare la “luce” sui 25 livelli del gioco.

Come in tutti i Prince of Persia, il fulcro del gioco ruota attorno al fatto di poter compiere svariate acrobazie, come correre lungo le pareti, oscillare da una corda all’altra o scalare qualcosa di verticale insomma… Attento però, perchè il sistema di gioco è leggermente cambiato e semplificato, infatti quando esegui salti scorretti che non ti permettono di arrivare dall’altra parte, è proprio Elika a venire in tuo soccorso riportandoti al punto di partenza del salto, e sempre lei ti aiuta molto anche in alcuni passaggi più complessi del gioco, nonchè ad eseguire attacchi combinati con gli avversari più ostili!

Le modifiche in questo Prince of Persia, prevedono anche corse automatiche sulle pareti, togliendoti la possibilità di rallentare il tempo come nei precedenti capitoli, che in questo caso, rallentà autonomamente per qualche secondo solamente al termine dei salti, per darti la possibilità di trovare un qualche appiglio ed atterare sano e salvo.

Per completare ogni livello davi raccogliere dei “semi di luce” che trovi nei vari scenari, e sconfiggere tutti i nemici che ti si parano davanti con un sistema di combattimento molto diverso dai suoi predecessori, infatti questo Prince of Persia non prevede come negli altri, particolari abilità, trasformazioni o possibilità di rubare armi, e durante gli scontri, hai la possibilità di scegliere solo tra 3 tipi di attacchi, usando la spada, il guanto o la magia di Elika a seconda del tuo avversario.

Tutto ciò perchè la strategia di combattimento di Prince of Persia è stata semplificata e consiste sostanzialmente nel parare e contrattaccare al momento giusto, e se nemmeno questo può bastare, ad ogni tentativo fallitò, sarà sempre Elika che interviene a salvarti! Per quanto riguarda la grafica, c’è da dire solo che è spettacolare, e, con un design in stile cartone animato, personaggi creati con uno stile grafico molto raffinato e molta libertà di movimento, Prince of Persia alla fine risulta come un’avventura alquanto attraente!

Pubblicazione: Ubisoft
Sviluppo: Ubisoft Montreal
Piattaforma: Xbox 360, PlayStation 3, Pc
Uscita: 4 dicembre 2008
Genere: Avventura